L’autore

Eugenio MarinoEugenio Marino è nato a Crotone il 28 gennaio 1973. Vive a Roma con la moglie e tre figli. Ha vissuto a Caccuri (KR) fino alla maturità per poi proseguire gli studi a Roma dove si è laureato in Lettere Moderne con una tesi sui rapporti tra letteratura e canzone italiana d’autore, nello specifico su De André, Guccini e De Gregori.
La sua passione per la musica ha coinciso cone quella per la politica ed è stata precoce, nata nella sezione del PCI del suo paese (dove era iscritto alla FGCI), molto attiva soprattutto negli anni Settanta e Ottanta. Di quegli anni gli resta un senso di comunità e di appartenenza che sono, forse, l’essenza più autentica della politica.
Dopo la laurea, ha avuto l’opportunità di collaborare col Dipartimento Internazionale dei DS. Erano gli anni del governo dell’Ulivo, anni per molti versi cruciali, durante i quali mosse i primi passi la consapevolezza della sfida storica che sta in capo alla sua generazione. Fondare un nuovo partito che sia al tempo stesso la sintesi e il superamento delle culture riformiste che hanno scritto le pagine più belle della storia repubblicana.
Si ritiene una persona fortunata nel poter dire che la passione di una vita è diventata il suo lavoro. Ciò non gli ha impedito di continuare a coltivare l’amore per il giornalismo, collaborando con agenzie stampa, giornali e portali internet su questioni di politica, cultura e musica. Considera Fabrizio De André un genio della parola e persona di sconfinata umanità. Pensa, inoltre, che Gramsci e Pasolini siano state, nella loro diversità, le menti più lucide del Novecento, entrambe uccise dalla stessa assurda paura. Il suo impegno si è concentrato soprattutto sulle politiche per gli italiani all’estero e l’internazionalizzazione dell’Italia: è stato Responsabile comunicazione del Coordinamento de L’Unione per gli italiani nel mondo, Vice responsabile dei DS per gli italiani all’estero, componente del Coordinamento nazionale del PD per gli italiani nel mondo e membro del Comitato di controllo della Presidenza del Consiglio su Rai International e, dal 2010 al 2017, Responsabile nazionale del Partito Democratico all’estero.
Tra le sue passioni spiccano l’amore per i dischi in vinile (soprattutto dei cantautori italiani) che colleziona da tempo e la Citroen 2 cv Charleston, con la quale si muovo d’estate nel suo paese in Calabria.

Ha pubblicato uno studio su Roma nella canzone d’autore italiana per l’Istituto e la rivista di Studi Romani, uno studio su Comunicazione e diaspora per la Rivista italiana di comunicazione pubblica, alcuni studi su L’emigrazione nella canzone per il Rapporto italiani nel mondo della Fondazione Migrantes e questo libro, Andarsene sognando. L’emigrazione nella canzone italiana, che ha riscontrato un ottimo successo di critica e di pubblico in Italia e nel mondo ed è stato presentato in Italia, Europa, Nord e Sud America, dove è stato tradotto in portoghese col titolo Partir sonhando.

Lascia una risposta